Vicino Oriente Egeo Nord-Africa Italia Antica News « ISMA

Vendita straordinaria delle pubblicazioni ISMA

riv12-13 2015-2016s

L’istituto ISMA,

promuove una vendita straordinaria di molti volumi del suo magazzino pubblicazioni,

con lo sconto eccezionale del 50%.

L’elenco dei libri scontati è consultabile sui cataloghi pubblicati online al seguente indirizzo:

Pubblicazioni e cataloghi ISMA

Al via il Corso 3 “Cultural Heritage” del programma Diplomazia2!

riv12-13 2015-2016s

Prende avvio a febbraio 2017 il Corso 3 della seconda edizione di “Scienze per la diplomazia”, programma di formazione plurisettoriale frutto della collaborazione fra CNR, DGCS del MAECI e AICS (DIPLOMAzia2), volto a rafforzare il dialogo e la cooperazione tra i Paesi attraverso la scienza e la ricerca.

Dei trenta borsisti provenienti da Albania, Egitto, Libano, Montenegro, Serbia, Tunisia, otto seguiranno il Corso 3 dedicato al Cultural Heritage, che vede l’impegno coordinato di 234 unità di personale degli istituti del DUS-CNR: IBAM, ICVBC, ISMA e ITABC.

Il Corso è articolato in tre grandi moduli (Territorio, Città/Siti, Oggetto culturale), che corrispondono ad ambiti di studio e aree tematiche per le quali si svilupperanno tre diverse sezioni didattiche (lezioni frontali, attività pratiche e attività complementari), per un totale di 720 ore.

Il corso si propone di stabilire contatti fruttuosi con le istituzioni di provenienza dei borsisti, stabilendo rapporti anche di amicizia con ciascuno e con tutti, e di stimolare rapporti di collaborazione tra i borsisti dei diversi Paesi, così che l’Italia faccia da tramite per la condivisione della scienza e della cultura.

Per maggiori informazioni, v. masterplan, di seguito.

riv12-13 2015-2016s

 

Mediterranea, (XII-XIII, 2015-2016), Nuova Serie

Quaderni annuali dell’Istituto di Studi sul Mediterraneo Anticoriv12-13 2015-2016s

Curato:   Bellelli Vincenzo
Anno Edizione:  2016
Isbn:  978-88-7140-745-6; ISSN 1827-0506
Numero Pagine:  216
Casa Editrice:  Edizioni Quasar

Editoriale
Vincenzo Bellelli

Dopo una pausa forzata relativamente lunga, imposta dal cambio di editore, la rivista di antichistica del CNR Mediterranea. Quaderni annuali dell’Istituto di Studi sul Mediterraneo antico ritorna sulla scena editoriale interamente rinnovata, oltre che nella veste tipografica, in tutti gli assetti organizzativi (direzione responsabile, comitato scientifico, comitato di redazione), ma in ideale continuità di intenti con il passato. Del resto, la rivista, essendo l’espressione di un organo di ricerca del CNR che ha subito in un tempo alquanto breve più di una riconfigurazione istituzionale (con approdo finale all’Istituto di Studi sul Mediterraneo Antico – ISMA), ha gradualmente assunto un’identità plurale sul piano scientifico e tematico-disciplinare, che – nel caso di specie – viene a identificarsi con la nozione articolata di “Mediterraneo antico”.

Ma quale Mediterraneo è quello che la nostra rivista intende collocare nel mirino della propria attività di ricerca, sulla falsariga di quanto ha fatto negli ultimi anni, tenendo al tempo stesso conto dell’evoluzione rapidissima degli studi di antichistica? Prima di riprendere la navigazione nel mare affollato dell’editoria scientifica, in cui – com’è stato notato – il termine “Mediterraneo” è a dir poco inflazionato, dare una risposta a questa domanda assume un significato programmatico.

Il Mediterraneo osservato dalla nostra rivista è, per definizione, il luogo privilegiato degli incontri e degli scontri di civiltà, in cui si riscontra, come in nessun’altra area del mondo antico, per riprendere un’espressione efficace di F. Prontera, «una rete così ampia e fitta di interazioni culturali, favorite a un tempo dalle condizioni geografiche e storiche ».
Questo gigantesco crocevia di civiltà ebbe obiettivamente uno dei suoi baricentri geografici e culturali nella penisola italiana, area nevralgica del “mare interno” degli antichi, collocata fisicamente al centro di numerose direttrici e di interferenze culturali. Prima che diventasse parte dell’Ecumene mediterranea sotto l’egida unificatrice di Roma, la penisola fu infatti un mosaico di civiltà fiorenti, ma autonome, e pure in reciproco contatto, a loro volta inserite in fitte reti dinamiche di rapporti interetnici e interculturali.

Con questo quadro prospettico di riferimento, imperniato sul binomio fra l’Italia e il Mediterraneo nell’evo antico, in particolare nel corso del I millennio a.C., la rivista si rimette dunque in navigazione proponendosi all’attenzione della comunità scientifica, e mettendo a disposizione degli studiosi una sede comune in cui convogliare saggi, note, discussioni, senza trascurare l’aspetto, importante in ogni indagine di tipo storico-archeologico, della storia degli studi, della storia della cultura e della ricezione dell’antico.

L’auspicio è che il nuovo corso della rivista – dato anche lo sforzo congiunto del proprietario della testata (il CNR), della direzione dell’ISMA e del nuovo editore (Edizioni Quasar) di rifondare Mediterranea e contenere il costo dei singoli fascicoli per assicurarne la diffusione – si avvii con successo con il contributo di tutti, stimolando la discussione collettiva e il progresso dei nostri studi.

Manuale di epigrafia micenea. Introduzione allo studio dei testi in lineare B.

a cura di Maurizio Del Freo e Massimo Perna,
2 voll., Padova 2016
Euro 48,90 [e-book: Euro 25,90]

The handbook, which is the fruit of the collaboration of a group of specialists from various universities and research centres in Italy and abroad, aims to provide an updated overview about Mycenaean epigraphy. It contains an introduction to the writing and language of the Mycenaean texts and a detailed analysis of the main Linear B documents divided by topic. In the first volume the Linear B writing system and the Mycenaean scribal and administrative practices are analyzed and compared with their Minoan antecedents (Cretan Hieroglyphics and Linear A). The second volume contains a detailed description of the different production sectors as they can be reconstructed from the Linear B texts as well as a synthesis of some major topics relating to the Mycenaean world, such as geography, society, economy and religion. Each chapter is provided with an essential bibliography. The book ends with a glossary of the Mycenaean words.

Online purchase:
www.libreriauniversitaria.it
Summary:
download file
Autori:
Maurizio Del Freo – Massimo Perna
Editore:
libreriauniversitaria.it edizioni – Webster srl
ISBN:
978-88-6292-716-1
Pagine:
XXXII + 280 (vol. I), VI + 508 pp. (vol. II)

ISMAgazine 3

E’ on-line il terzo numero di ISMAgazine,
periodico di informazione sulle attività dell’Istituto di Studi sul Mediterraneo Antico

È possibile scaricare il periodico in versione digitale nei seguenti formati:



ISSN 2385-300X
Pagine 37

DIPLOMAzia2

È indetta una pubblica selezione (bando prot. AMMCNT CNR n. 0065471 del 04/10/2016) per il conferimento di n. 30 borse di formazione per laureati e funzionari laureati con cittadinanza e residenza in Tunisia, Egitto, Libano, Serbia, Montenegro, Albania nell’ambito del programma DIPLOMAzia2.

‘DIPLOMAzia2’ è la seconda edizione del programma di formazione plurisettoriale nato da una convenzione  stipulata tra il Cnr ed i Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per formare 30 giovani laureati e funzionari provenienti da Paesi del Nord Africa, Medio Oriente e Regione balcanica.

Frutto della stretta collaborazione tra il Cnr e la Direzionale Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del MAECI, l’iniziativa rappresenta un ulteriore strumento di politica internazionale volto a rafforzare il dialogo e la cooperazione tra i Paesi attraverso la scienza e la ricerca.I giovani selezionati potranno usufruire di una borsa di formazione della durata di sei mesi, finanziata dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) del MAECI, presso gli Istituti di ricerca del Cnr coinvolti nel Programma e afferenti alle tre aree disciplinari previste:

  • Ambiente/cambiamenti climatici/resilience con particolare riferimento all’area del Mediterraneo;
  • Gestione e utilizzo delle risorse agroalimentari finalizzate alla sostenibilità dell’agricoltura e della arboricoltura e alla mitigazione degli effetti fisici e biologici dei cambiamenti climatici;
  • Governance della conoscenza, gestione, conservazione, valorizzazione e fruizione sostenibile dei beni culturali.

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente via internet utilizzando l’applicazione informatica online alla pagina http://www.cnr.it/diplomazia2/registration.html, seguendo le istruzioni ivi specificate. Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è il 04/11/2016 ore 15.00 CET, con inizio dell’inserimento in procedura online dal giorno 12/10/2016.

Per informazioni: info.diplomazia@cnr.it – tel. 06 49933350 Sig.ra Anna Rita Appetito
 

DOCUMENTI:

 

SULLA COLLINA DEI BEVITORI DI VINO

Le esplorazioni in corso su un’altura del Sulcis, in Sardegna, rivelano la vita (e le consuetudini alimentari) di una comunità di epoca fenicia e punica. Di recente aperto al pubblico, il cantiere di scavo offre la possibilità di visitare uno dei luoghi più affascinanti e ricchi di storia della regione.
Massimo Botto

Su ARCHEO numero 379 di Settembre 2016. Scarica articolo in PDF

La Tomba Galeassi di Palestrina

Laura Ambrosini La Tomba Galeassi di Palestrina,
Quaderni dell’ISMA 1, Roma 2015,
Edizioni Quasar, ISBN 978-88-7140-588-9,
Euro 25,00.

A più di 150 anni dalla sua scoperta, questo volume presenta per la prima volta lo studio complessivo della Tomba Galeassi di Palestrina, una delle più importanti del periodo orientalizzante rinvenute nel Latium vetus e celeberrima per le straordinarie oreficerie che ha restituito. L’analisi dei documenti pubblicati da Raffaele Garrucci e dei documenti di archivio ha permesso all’autrice di precisare la data dello scavo all’ottobre 1863.
La Tomba fu scoperta a Palestrina, nella necropoli della Colombella, nel vigneto Galeassi. Definita da Garrucci del tipo denominato “sepolti sotto i sassi”, in realtà consta di reperti da riferire ad almeno quattro sepolture femminili (contesti A1, A2, B, C), databili tra il primo trentennio del VII alla fine del VI secolo a.C. La continuità di utilizzo della necropoli dalla seconda metà dell’VIII a.C. fino alla tarda età repubblicana, avrà favorito sepolture contigue e, in alcuni casi, tombe sovrapposte.
Per la prima volta lo studio ricompone l’insieme degli oggetti rinvenuti dal Galeassi e che erano stati venduti nel 1865 ad A. Castellani (attualmente divisi tra il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia di Roma e il British Museum di Londra). La parte venduta ad un tal sig. Milani, da identificare probabilmente con Giovan Battista Milani, noto gioielliere romano, non è purtroppo rintracciabile.
Nel suo insieme lo studio approfondito sia dei documenti d’archivio che dei reperti evidenzia l’alto grado degli elementi più elevati della società di Praeneste.



Autore Laura Ambrosini
Editore Edizioni Quasar
ISBN 978-88-7140-588-9
Prezzo € 25,00

Economy and Administration in Mycenaean Greece. Collected Papers on Linear B.

by John T. Killen
edited by M. Del Freo
Incunabula Graeca CIV:1-3 – CNR edizioni, Roma 2015
XXVI+460 pp. (vol. I), VIII+390 pp. (vol. II), VIII+396 pp. (vol. III).

In a career spanning more than fifty years as an editor and philologist, John Killen has studied all the principal domains of Mycenaean palace economy. His contributions are exemplary for their method and continue to be sources of reflection and inspiration for all Linear B scholars. For these reasons it seemed useful to gather as many as possible in a single edition. The collection is divided into three volumes (I: 1962-1985, II: 1986-2003, III: 2004-2012) and includes 73 items from a total of 120 published from 1962 to 2012 plus 2 unpublished articles. The third volume contains a concordance with the original publications as well as three indexes (Words, Ideograms and Texts). The book is published with the generous financial support of the Institute for Aegean Prehistory, Philadelphia, and Jesus College, Cambridge.



Autore John T. Killen
Curatore M. Del Freo
Editore CNR edizioni
ISBN 9788880801511
Pagine XXVI+460 (vol. I), VIII+390 (vol. II), VIII+396 (vol. III)
Prezzo dei tre volumi indivisibili € 150,00

Los Fenicios en la Bahía de Cádiz. Nuevas investigaciones

A cura di Massimo Botto
Collezione di Studi Fenici – 46, Fabrizio Serra editore, Roma 2014, pp. 288.

«Gadir si trova al confine dell’Europa ed i suoi abitanti sono persone esageratamente dedicate alla religione» (Philostr. VA V, 4). Con queste parole il biografo di Lemno, Filostrato, definiva tra la fine del II secolo e gli inizi del III d.C. la popolazione di Cadice, considerando solo uno degli aspetti caratteristici della comunità, frutto del peso e dell’importanza che senza dubbio aveva il tempio di Melqart / Herakles / Hercules nella sua tradizione. Con la fondazione di Gadir, avvenuta tra la fine del secolo IX e l’inizio del VIII a.C., frutto dell’unione tra coloni fenici e popolazioni locali, inizia nella baia un processo eccezionale che porterà la colonia di Tiro a diventare in un breve periodo di tempo la città più potente dell’estremo Occidente e un ponte tra il Mediterraneo e l’Atlantico. Sulla storia delle più antiche fasi di Gadir le scoperte degli ultimi anni hanno fornito inestimabili contributi: ad esse è dedicato questo volume, che vuole presentare alla comunità scientifica internazionale un quadro organico delle ricerche recenti condotte sia nell’arcipelago di Cadice, sia sulla terraferma. I nuovi scavi rafforzano l’idea di un modello di occupazione territoriale polinucleare del golfo di Cadice. Questo modello corrisponderebbe all’area designata dall’ipotetico triangolo i cui vertici sarebbero rappresentati da Erytheia-Teatro Comico, Castello di Doña Blanca e Tempio di Melqart: all’interno di questa realtà fisica si assiste ad un processo di organizzazione delle aree occupate corrispondente a criteri precisi determinati dalla natura del luogo e dal rapporto dialettico tra i coloni e le comunità locali. Questo programma strategico si inserisce in un processo molto più ampio, che ha a che fare con l’espansione fenicia in Occidente tra il IX e l’VIII secolo a.C.

On-line purchase:



A cura di Massimo Botto
Editore Fabrizio Serra, Pisa – Roma
ISBN 978-88-6227-764-8
ISSN 1591-8882
Pagine Pag. 288
Prezzo € 485,00